Mangiapannolini, in cosa si differenziano dal bidone dell’immondizia

Cosa serve a un bambino da zero a tre anni, e anche oltre? Elementare, i pannolini! Se è vero, com’è statisticamente dimostrato, che un neonato consuma nei primi anni di vita una quantità industriale di pannolini, una roba come 5000 pannolini o giù di lì, la domanda sorge spontanea. Come smaltirli? Alla gioia di diventare genitori corrisponde l’obbligo di frequenti cambi quotidiani, non sempre facili da gestire. In soccorso della famiglia, in alternativa allo smaltimento nel sacco dei rifiuti indifferenziati, che non garantisce il massimo dell’igiene e la salubrità dell’aria domestica, è arrivato ormai da qualche anno sul mercato dei prodotti per l’infanzia il mangiapannolini, un modo comodo e sbrigativo di ripulire casa dall’ingombro maleodorante dei pannolini usati.

Il mangiapannolini altro non è che un serbatoio dotato di sacco o sacchetti monouso e autosigillanti, disponibili in pratiche ricariche, dove …

Lavatrice, è meglio la carica frontale o dall’alto?

La lavatrice è come la televisione, ce l’hanno tutti, proprio perché non si può rinunciare a un bucato igienizzato a fondo. Per la scelta di una buona lavatrice bisogna concentrarsi sulle misure, i giri della centrifuga e la capienza del cestello, un aiuto può venire dando un’occhiata agli ultimi modelli sul mercato visibili su www.lavatricemigliore.it. Partiamo con una classificazione che divide a metà il parco lavatrici in commercio: quella a carico frontale e quelle a carico dall’alto.

Prima di acquistare una lavatrice è  fondamentale come prima mossa valutare a fondo lo spazio deputato ad accoglierla in casa. In base alle misure le lavatrici si dividono in tre categorie:  quelle a carica frontale e con spessore standard di circa 60cm, quella a carica dall’alto scelta solitamente da chi non ha sufficiente spazio e la ‘slim’ a carico frontale, che è

Essiccatori per alimenti, quanto conta il prezzo

Non c’è un prezzo fisso o standardizzato degli essiccatori per alimenti. Un primo ‘distinguo’ va fatto per i modelli ad uso domestico e quelli professionali, questi ultimi sopra i 500 Euro. In ogni caso, non è difficile trovare in commercio apparecchi di buona fattura intorno ai 200 Euro, in materiali plastici che li rendono leggeri e maneggevoli e con particolari opzioni di impostazione della temperatura. Per chi è alle prime armi si consiglia l’acquisto di un essiccatore di fascia medio-bassa, Con una spesa di circa 50 euro sarà possibile trovare in commercio un apparecchio di qualità in grado di essiccare ogni tipo di alimento animale o vegetale. Una volta presa dimestichezza con l’apparecchio si potranno acquistare modelli più performanti realizzati in materiali metallici e con funzionalità più avanzate. Per una scelta a 360 gradi si può visitare il sito

A ogni trucco il suo pennello

I pennelli ci aiutano a stendere bene il trucco sul viso, e sono quindi molto apprezzati da chi è solito truccarsi. Sono maneggevoli e hanno un’ottima resa, per cui molto spesso si usano volentieri. Ce ne sono però di diversi tipi, ognuno perfetto per l’applicazione di un certo tipo di make up. Vediamoli insieme e cerchiamo di capire come scegliere i prodotti migliori. Altre informazioni simili si possono trovare su questa pagina web dedicata.

  Il pennello che usiamo più spesso è quello per il fondotinta. Questo ci aiuta a stendere correttamente il prodotto, creano una base compatta e omogenea. Per i fondotinta liquidi e stick è consigliabile l’uso di un pennello piatto, con setole molto compatte. Può essere di forma rettangolare o tonda, in base alle preferenze dell’acquirente. In ogni caso è importante che le setole siano resistenti e